Trasporto di posta aerea con elicottero

Posted · 1 Comment
Immagini dell'evento

Immagini dell’evento

Nei numeri precedenti della nostra rivista abbiamo passato in rassegna le significative conquiste dell’ltalia in campo filatelico con i primi due primati mondiali di Posta aerea del 1917.

Oggi, invece attraverso te numerose e importanti manifestazioni nazionali e internazionali organizzate dal nostro Circolo Culturale Filatelico Numismatico di Rimini, ci soffermiamo a parlate di due altri avvenimenti. In occasione dell’Esposizione Internazionale di Filatelia Scoutistica denominata “Scout “69” che aprì i battenti il 31 maggio e si concluse il 10 giugno 1969, fra le numerose iniziative messe in cantiere per l’occasione, ebbe una particolare risonanza un trasporto di posta a mezzo elicottero sul tragitto Riccione – San Marino e viceversa. L’intendimento degli organizzatori era quello di ricordare, a venti anni di distanza, eguale volo avvenuto il 3 settembre 1950 su identico percorso ad opera del Maggiore Pilota Carmelo Bellinvia (caduto poi tragicamente nel cielo di Varese il primo settembre 1961 al seguito del Giro d’Italia). Questa volta l’elicottero militare era un “Bell 47 J” recante anch’esso la sigla R M ’95. Esso decollò alle 11, dello stesso giorno, dall’Aeroporto Militare di Miramare di Rimini per compiere un trasporto di posta da Riccione mare alla località Borgo della Serenissima Repubblica di San Marino.

In tale occasione vennero trasportate oltre 600 buste e 50 cartoline che furono annullate a Riccione con timbro speciale di partenza. Per il volo di ritorno altrettante buste furono annullate a San Marino, con altro timbro postale anch’esso figurato e di forma triangolare. Fra i dispacci descritti, l’elicottero trasportò pure delle buste provenienti da Israele, Liechtenstein, Svizzera e Vaticano, le quali subirono lo stesso trattamento postale. Sul medesimo elicottero prese posto un’alta personalità: il pioniere dell’aviazione Comm. Gianni Widmer che effettuò, nel lontano 1913 il primo ed unico atterraggio di aeroplano sul Monte Titano. Una nota caratteristica della manifestazione è stata il lancio dall’elicottero, da parte del Comm. Widmer, di numerosi manifestini di color bianco, rosso e verde con il suo saluto augurale ai convenuti congressisti della F.I.S.A. Inoltre fu effettuato un atterraggio vicino al Palazzo dei Congressi della Repubblica di San Marino allo scopo di “legare idealmente” in gemellaggio il primo atterraggio effettuato, come già ricordato, dal Comm. Widmer, nel lontano 1913.

Perché ricordiamo oggi la manifestazione Scoutistica del 1969 ed il volo dell’elicottero come messaggero postale? Perché I’elicottero “R. M. ’95” era pilotato dal nostro Direttore Gianfranco Casolari, componente l’allora Consiglio Direttivo del nostro Circolo. In tale occasione furono trasportati 1.500 pezzi tra lettere e cartoline. L’avvenimento venne ricordato con l’emissione di una speciale cartolina commemorativa, affrancata con il francobollo emesso dall’Amministrazione Postale nel 1968 per celebrare lo scoutismo, Non mancavano, necessariamente, alcuni annulli speciali come quelli che che riportiamo a fianco. L’avvenimento – come ho scritto in precedenza – ebbe un meritato successo che si protrasse per molti anni e tuttora i nostri filatelici lo ricordano con particolare piacere e commozione.

E poiché una parte di successo era da attribuire al “Comandante dell’elicottero”… il Circolo Filatelico Numismatico di Rimini, in occasione di un’altra significativa esposizione filatelica del 29 maggio 1970, rinnovò con piacere “il mandato” al medesimo che accettò di buon grado e anche questa volta “il servizio” si manifestò preciso ed encomiabile.

Sulle Ali della Storia – n.3 1997

One Response to "Trasporto di posta aerea con elicottero"
  1. Lilliana Bellinvia ha detto:

    Ho letto con commozione del ricordo del volo in elicottero Riccione-San Marino, per il trasporto di posta, avvenuto il 3 settembre 1950 con il Maggiore Pilota Carmelo Bellinvia.
    Anche l’inesattezza della sua tragica caduta nel cielo di Varese, non avvenuta il 1 settembre del 1961 ma il 1 settembre 1951, e’ stata fonte di forte commozione. Sarebbe stato bello che mio padre fosse vissuto ancora dieci anni con noi!
    Grazie del ricordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *